Chi ha visto Leandro Serra?

Come può un imprenditore fallito allontanarsi volontariamente lasciando nell’ansia per la sua sorte moglie, figlio e dipendenti? Perché alla giustizia occorrono anni ed anni per fare il suo corso? Come si può scomparire o rifarsi una nuova identità senza ricorrere a documenti falsi? E perché tanti che conoscevano la sua reale identità hanno fatto come le tre scimmiette?

Un nostro amico ci ha contattato per anticiparci quella che secondo lui sarebbe la notizia del momento. O che potrebbe esserlo nei prossimi giorni. Il nostro informatore sostiene infatti che un italiano conosciuto a Bratislava come Leandro Serra starebbe per sparire perché inseguito dalle vittime dei suoi imbrogli. In effetti altre due nostre fonti ben informate sostengono che Leandro si dedichi al millantato credito, alle sostituzioni di persona ed ai raggiri allo scopo di buggerare i fessi. A voler credere alle voci che abbiamo raccolto la sua specialità sarebbe quella di procacciare “finanziamenti europei” dietro compenso. I malcapitati sarebbero indotti a credere che Leandro sia compagno di bisbocce del premier Slovacco Peter Pellegrini. O anche che la sua compagna sia un pezzo grosso in qualche ente o ministero.

Leandro Serra
Leandro Serra

Chi ha visto Totò Baby?

Fortunatamente però non si tratterebbe di un vero caso di corruzione o clientelismo che coinvolgerebbe di nuovo il capo di Gabinetto del paese. Non lo sarebbe neanche se tutto ciò che ci è stato riferito e qui vi raccontiamo si rivelasse vero come crediamo che sia. Infatti Pellegrini non conoscerebbe nemmeno l’esistenza del signore in questione. E nemmeno nessun finanziamento europeo è mai stato erogato con o senza protezioni altolocate. Tutta la vicenda insomma sarebbe un raggiro congegnato nello stile del film TotòTruffa. Lingue biforcute sostengono persino che il nostro connazionale emulo del Principe Antonio De Curtis utilizzi documenti falsi e vada in giro armato. Ma sarà tutto vero?

La società slovacca ed il socio con le doppie consonanti invertite

Chi ha visto Evandro Serallegri?
Chi l’ha visto?

Noi ipotizziamo di si. Almeno alla luce di alcune incredibili rivelazioni. Fatti e verità che come al solito vi raccontiamo in esclusiva assoluta. Cominciando dalla principale attività del nostro Leandro: il traffico di pellets combustibile. L’azienda con la quale opera si chiama (dal 17 marzo 2016) PHOENIX trade company s. r. o. L’identificativo slovacco della società è 104766/B. Precedentemente (tra il 29 maggio 2015 ed il 16 marzo 2016) era conosciuta come PETRONIUS GROUP SK s. r. o. Prima ancora (dal 15 novembre 2012 al 28 maggio 2015) era stata denominata TAVOLINI s.r.o.

Dalla fondazione sino al maggio 2015 l’azionista unico era Juraj Trnovec. Poi dal 29 maggio 2015 subentrano Rinaldo Zuin e Michaela Pivarčiová. Dal 28 luglio 2016 diventa socio anche il figlio di Leandro, Davide Serralegri. Ma un attimo. Leandro non si fa chiamare Serra? Torneremo a parlare della società e delle sue ramificazioni in Repubblica Ceca in un altro articolo. Ma quello che ora importa è: chi è davvero chi? E chi finge di essere chi? Anche in questo caso la realtà supera la fantasia e solo noi siamo in condizione di raccontare la pura verità.

TotoTruffa al consiglio dei Ministri

La Pivarčiová è un usciere nel palazzo dove ha sede il consiglio dei Ministri. Sembrerebbe curare l’ordine ed il decoro del corridoio che porta agli uffici di Pellegrini. La sua influenza sarebbe quindi ben diversa da quella di Mária Trošková e per questo le transazioni di TotòTruffa, pardon volevo dire le transazioni di Leandro Serra non sarebbero altro che imbrogli. A questi giochini Michaela si presterebbe per amore. Sarebbe insomma la compagna del nostro connazionale.

Davide SERRALEGRI è invece certamente il figlio di cotanto padre e non si chiamerebbe così ma bensì SERALLEGRI. Con la doppia consonante invertita. Una R e due LL. Non il contrario. Documenti falsi o errori di trascrizione? Non sappiamo dirlo. Ma sappiamo di sicuro che anche Leandro non si chiama Leandro ma bensì Evandro. EVANDRO e DAVIDE SERALLEGRI. Padre e Figlio ma senza Spirito Santo.

Serallegri dipendenti senza stipendio da sei mesi
Serallegri dipendenti senza stipendio da sei mesi

Leandro è già scomparso una volta

Ma perché nascondere la loro vera identità in Slovacchia? Semplicemente perché Evandro “Leandro” SERALLEGRI è già scomparso. Il 16 giugno del 2014. Il 5 novembre dell’anno precedente era invece fallita la Serallegri srl. (REA PS 142672). L’azienda metalmeccanica aveva la propria sede a Fano, in frazione Marotta. Surrealmente in via Isaac Asimov  6/8.

I documenti ufficiali

originale fallimento Serallegri

originale decreto di chiusura fallimento Serallegri

Storie di fantascienza a via Isaac Asimov 6/8

Sempre nella realtà e non in un racconto di fantascienza al civico della via intestata all’immaginifico scrittore aveva sede anche la Marotta Macchine (P.Iva 00475580411). Evandro/Leandro era l’amministratore anche di questa società. Invece che far fronte alla bancarotta aveva preferito sparire lasciando moglie, figlio e venticinque dipendenti in ansia per la sua sorte. Dopo mesi di ignavia e senza stipendio, in molti si erano dovuti licenziare per giusta causa, al fine di percepire almeno il sussidio dello stato.

Serallegri un giallo tutto italiano
Serallegri un giallo tutto italiano

Evandro Serallegri in realtà non era stato rapito dagli extraterrestri ma si era allontanato volontariamente nel corso di un viaggio a Bratislava. Nonostante gli strepiti del figlio Davide (che ancora non aveva invertito le doppie e quindi usava il suo vero nome) la polizia sospettò subito un allontanamento volontario. Sappiamo che gli inquirenti contattarono una escort ungherese che lo somparso aveva frequentato in Italia ed un sua altra amica slovacca. Della escort non sappiamo dirvi nulla e tanto meno siamo certi che l’amica slovacca sia la Pivarčiová, l’attuale compagna. Comunque la redazione di CHI L’HA VISTO (che si era inizialmente interessata alla vicenda) decise di non mandare in onda degli appelli per lo scomparso. Avevano ragione. Evandro Serallegri ricomparve a riabbracciare il beneamato figlio Davide a distanza di sette o otto mesi.

Tre scimmiette a Bratislava

Caso Serallegri: ancora buio fitto
Serallegri: buio fitto

Serallegri si era trasferito definitivamente in Slovacchia iniziando a mimetizzare la sua identità. In Slovacchia Evandro ha goduto dell’omertà di tanti che sapevano perfettamente chi fosse ma hanno preferito fare come le tre scimmiette. Non vedere, non sentire, non parlare. E dire che il suo alter ego Leandro non è stato certo chiuso in casa.

Per un certo periodo, per esempio, si diceva che fosse in buoni rapporti con Loris Colusso [il ragioniere in odore di ‘Ndrangheta ritrovato annegato a Bratislava il mese scorso]. Pare persino che qualcuna delle sue vittime lamenti di essere stata indirizzata a Slovakia Group. Ammesso che le voci siano veritiere non sappiamo dire che motivo potesse eventualmente avere Serallegri per fare pubblicità a Colusso.

Certo è solo che Davide lo ha seguito in Slovacchia ed ha preso a suo nome le floride attività paterne nel campo dei combustibili per abitazione. Si parla di fatturati di tutto rispetto. Che vanno preservati da qualunque pretesa di creditori del padre. Anche se il 18 settembre 2019, meno di un anno fa, è stato chiuso il fallimento della Serallegri srl ci sono altri problemi.

Nuovi guai in arrivo

Un buon motivo per scappare di nuovo, infatti, Evandro “Leandro” Serallegri lo ha davvero. Il 26 giugno di quest’anno la procura di Pesaro ha chiuso le indagini sulla Marotti Macchine srl. Bancarotta fraudolenta, falso in bilancio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti sono le pesanti accuse a carico di Evandro Serallegri e degli altri due amministratori. I tre indagati avrebbero sottratto alle casse dell’azienda la miseria di seicentomila euro. Oltre ai beni ed alle attrezzature di cantiere che risultano introvabili. Secondo la procura gli amministratori avrebbero anche fatto ricorso “abusivamente al credito bancario dissimulando il dissesto e lo stato di insolvenza della società“.

One thought on “Chi ha visto Leandro Serra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Iacchité: Reggio. Arrestata per concorso esterno in associazione mafiosa l’ex direttrice del carcere

Inciucio ed omertà non sono una caratteristica esclusiva della comunità italiana in Slovacchia e Repubblica Ceca. Per capire come funziona, abitualmente, il concorso esterno in associazione a delinquere e come questo non riguardi solo chi è in odore di ‘Ndrangheta ripubblichiamo un ottimo articolo di un quotidiano online calabrese, Iacchité.  […]
L'ex direttore del carcere di Reggio Calabria

Subscribe US Now